EDIZIONE 2009

 

SCONFINANDO – DIGITALIA

Sezione innovativa che dà tema all’edizione di sguardi altrove 2009, sconfinando- digitalia rappresenta una vetrina di uno spaccato internazionale con una prevalenza di autrici italiane.
I lavori sono stati Selezionati per il tratto creativo che spesso intreccia i linguaggi dell’ animazione, della fotografia, passando dal videogioco ad un singolare “collage digitale”. Racconti per immagini animate, talora brevissimi, portano sullo schermo tematiche che vanno dall’iper realismo disegnato con un tratto quasi infantile (legami d’amore contro natura di Rita Casdia), all’autoconsapevolezza del dolore tratteggiata da suoni ora sordi, ora acuti in Cognizioni del dolore; la realtà sconfina al di là della rappresentazione nel paesaggio metafisico di Dance Dance alla ricerca di una perduta spiritualità, mentre il “confine” tra est e ovest delimitato dal muro di Berlino diventa fiaba e stupore nel delicato documento di Ellie Land.
Tra i titoli più significativi, Matèrie/Material in cui la materia diventa forma a partire dalla singolarità di una linea che amplia i suoi contorni per far vivere incontri erotici e spirituali; e infine il lavoro della greca Maria Zervou che in soli tre minuti esplora nell’ambito dell’universo femminile il tema delle relazioni tra spazio interno ed esterno.

(Tiziana Cantarella)

Beautyfull Eyes
2008 – Rita Casdia – 2′ – Italia

Cognizioni del dolore
2008 – Marisa Lentoni – 10′ – Italia

Dance dance dance
2007 – Silvia Camporesi – 5′ – Italia

Die Andere Seite
2007 – Ellie Land – 5′ – Regno Unito

Matière/Material
2006 – Boran Richard – 7′ – Canada

To Be Outside Something Is Always To Be Inside Something Else
2008 – Maria Zervou – 4′ – Paesi Bassi

Una gamba e due sorrisi (o viceversa)
2007 – Elisa Gallenca – 10′ – Italia

Working Video
2008 – Jolene Mok – 15′ – Hong Kong