EDIZIONE 2010

OMAGGIO A ISOTTA GAETA: CINEMA E CARCERE

Anche il ricordo di Isotta per riaffermare l’impegno costante di noi donne a difesa della dignità, della libertà, della pace e delle pari opportunità per ogni essere umano. Isotta Gaeta – staffetta partigiana della 107 Brigata Garibaldi, giornalista indomita a difesa dell’autonomia dell’informazione, persona impegnata sul fronte dei diritti umani nelle carceri, sul territorio, sul lavoro, vicina ai giovani del ’68 nei quali si riconosceva per la loro passione politica, civile e per il sogno di cambiare il mondo in un orizzonte di libertà, di coerenza rispettosa nei confronti di qualsiasi popolo e di qualsiasi individuo.

Isotta Gaeta – un nome che rimarrà scritto per sempre nella storia della Resistenza Europea, del Sindacato dei Giornalisti Italiani e in quella del femminismo per il riconoscimento della dignità, del diritto all’autodeterminazione, alla libertà dai condizionamenti che hanno relegato la donna ai margini della storia.

Se n’è andata in silenzio, in una notte di dicembre, con un bagaglio di progetti, di idee che avrebbe realizzato con il suo impegno, a volte caparbio, per quei principi di libertà e di democrazia nei quali fortemente credeva e per i quali lei e la sua famiglia avevano dato un grande contributo anche attraverso sofferenze e privazioni.

8 marzo 2010…non cancelliamo questa memoria storica, trasformiamola in impegno per il futuro.

Lydia Franceschi

Invece del carcere
1985 – Isotta Gaeta – 28′ – Italia

Unomattina
2006 – Isotta Gaeta – 9′ – Italia