Blue my mind – Il segreto dei miei anni

Lisa Brühlmann
SVIZZERA 2019 97′
Distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted Cinema
In programma
Giovedì 13 giugno 2019 ore 22 Teatro Franco Parenti Sala AcomeA
Venerdì 14 giugno 2019 ore 21.45 Wanted Clan

Locandina Blue my mind
Mia, una ragazza di quindici anni, si trasferisce con la sua famiglia nella periferia di Zurigo. A partire da quel momento la vita della ragazza prende una direzione differente: cambia casa, amici, atteggiamento, abitudini, ma soprattutto si trova ad affrontare una trasformazione radicale che mette in discussione la sua intera esistenza. Il suo corpo sta inesorabilmente cambiando e, nonostante i tentativi di arrestare il processo, è presto costretta ad accettare il fatto che la natura è molto più potente di lei… Mia si sta trasformando nell’essere che è rimasto sopito dentro di lei per anni e che ora sta prendendo il sopravvento.

 

Lisa Brühlmann ha iniziato ad appassionarsi alla recitazione all’età di otto anni, partecipando ad uno spettacolo scolastico, tant’è che dopo aver concluso gli studi ha deciso di trasferirsi a Berlino per studiare recitazione. Dopo gli studi teatrali ha interpretato vari ruoli in produzioni televisive e cinematografiche in Germania e in Svizzera. Guidata dal desiderio di saperne di più sul processo di creazione cinematografica, Lisa ha studiato cinema all’Università delle Arti di Zurigo, dove oggi vive e lavora come regista, scrittrice e attrice. “Blue my mind” è il suo film d’esordio. Lisa che dichiara di voler continuare a lavorare, in termini artistici e contenutistici, nella direzione di un cinema emotivo e sensuale, seguendo quindi il percorso iniziato con “Blue my mind”: “sono affascinata dalla profondità umana, dai personaggi in grado di sorprendere, di toccare intimamente le persone e che devono superare ostacoli davvero enormi. Credo che ci sia un numero indescrivibile di storie che devono essere ancora raccontate e voglio continuare a sviluppare le mie, anche collaborando con degli sceneggiatori professionisti.”