Home » LA SLITTA

LA SLITTA

Emanuela Ponzano, Italia 2015, 19′
Fotografia: Giuseppe Maio.
Montaggio: Paolo Vanghetti.
Suono: Mirko Perri, Michele Mazzucco.
Cast: Ivan Franek, Emanuela Ponzano, Riccardo Specchio, Alban Pajolli.
Produzione: KAOS.

slitta_locandina_v1Emanuela Ponzano
Nata a Bruxelles in Belgio e di Nazionalità Italiana, è attrice e regista di teatro e cinema.Vive e lavora tra Roma e Parigi. Diplomata in Scienze Politiche all’Università libera di Bruxelles nel 1995 e in Arte Drammatica all’Accademia Nazionale di Liègi in Belgio nel 2000 (diretta da Jacques Delcuvellerie, maestro écoles des Maitres).
Nell’ambito cinematografico lavora con John Irvin, Philippe Garrel, Maurizio Zaccaro, Giulio Base, René Manzor e studia con i fratelli Dardenne, Phiippe Blasband, Frédérique Fonteyne e il metodo Strasberg a Roma con Mickael Margotta e Joseph Ragno, docenti dell’ Actor’s Studio,Vincenzo Attingenti e Susan Batson.
Nel 2006 è finalista del Premio teatrale belga per la regia “Jacques Huisman”, con lo
spettacolo “Sogno (ma forse no)” di Luigi Pirandello ed è testimonial in Italia della
Campagna nazionale “Contro la violenza alle donne”. Nel 2008 ottiene il Premio Nazionale artistico italiano “Filomena Carrara” in Abruzzo per il suo percorso artistico e lo spettacolo “La Più Forte” di A.Strindberg – omaggio a Ingmar Bergman – andato in scena al teatro Ambra Jovinelli di Roma lo stesso anno. Nel 2008 sempre realizza due cortometraggi “Bagnasciuga” e “Riflessi”. Nel 2010 il suo primo cortometraggio dal titolo “RIFLESSI” vince la terza edizione del festival Cortovisione IFF 2010 come Miglior cortometraggio e il Premio Speciale della Critica Femminile e La Menzione speciale all’ I‘ VE SEEN FILMS IFF 2010 di Rutger Hauer a Milano. Sempre nel 2010 Co dirige e co produce da KAOS con Esperimentocinema, REMINDER, spot promo per Save the children con Enrico Lo Verso.
Nel 2013 è in concorso come attrice alla 70° Mostra del Cinema di Venezia con il film di Philippe Garrel “La Jalousie” con Louis Garrel e Anna Mouglalis
“La Slitta” è il suo secondo cortometraggio di finzione. Attualmente elabora la
sceneggiatura del suo primo lungometraggio.

SINOSSI
Un bambino vive con i genitori in un paese isolato in montagna. La sua famiglia ha forti pregiudizi sugli immigrati.
Il bambino, un giorno si perde nel bosco ed incontra un bambino diverso da lui, di un altro paese.La storia di due bambini ed una slitta, che li porta altrove , lontani dalle diffidenze degli adulti.