LABORATORIO DI SCULTURA E ART COUNSELING

Sabato 15 giugno 2019

dalle ore 10:00 alle ore 17:00

  LABORATORIO DI SCULTURA E ART COUNSELING – MANI IN PASTA

 Il gioco della creatività

Per tutti gli appassionati di arte e scultura, ecco un’occasione da non perdere!

Quest’anno il Festival offre la possibilità di partecipare al laboratorio “Mani In Pasta”, che permetterà di scoprire attivamente tutte le tecniche e i segreti della lavorazione della creta, e, tramite un intervento personale sul materiale, di vivere un’esperienza che permetterà di liberare la fantasia e la creatività.

Per tutta la durata del workshop, i partecipanti saranno guidati dagli artisti Anna Maria Miglietta e Giacomo Sparasci, che offriranno supporto tecnico, incoraggiamento e suggerimenti per superare eventuali problematiche o difficoltà, ad una personale interpretazione del tema del Festival, “Bellezza e coraggio”.

Attraverso un momento di condivisone con gli esperti, i partecipanti potranno scoprire le potenzialità dell’art counselling e vivere il linguaggio artistico non solo come strumento per esprimere se stessi, ma anche per ampliare e meglio definire la conoscenza di sè.

Questi gli obiettivi che il laboratorio propone a tutti i partecipanti:

  • accettare il contatto con la materia;
  • acquisire semplici tecniche manipolative;
  • acquistare fiducia nelle proprie capacità;
  • affinare la coordinazione oculo – manuale;
  • progettare e realizzare piccoli lavori individuali e di gruppo in un clima di collaborazione;
  • verbalizzare il proprio operare e iniziare a formulare delle ipotesi.

Informazioni pratiche:
Il workshop si svolgerà sabato 15 giugno per una durata di 6 ore, dalle 10:00 alle 17:00 (è prevista la pausa pranzo), presso il Teatro Franco Parenti (Via Pier Lombardo 14, 20135 Milano).

Il progetto è rivolto ad un massimo di 12 persone.
Per partecipare al workshop è necessario iscriversi mandando una e-mail (oggetto: ISCRIZIONE WORKSHOP SCULTURA) all’indirizzo sguardisegreteria@gmail.com.
Il costo a persona sarà di € 50,00 (comprensivi della lezione, della creta e di tutto il materiale necessario alla realizzazione dell’esperienza), da versare tramite bonifico bancario (IBAN:IT15Q0623009572000056628683 – Causale: WORKSHOP SCULTURA).

CHI E’ ANNA MARIA MIGLIETTA?
Nata a Lecce nel 1965, fin da bambina Anna Maria Miglietta resta affascinata dalla scultura osservando il lavoro del padre scultore. Nel 1983 si diploma all’Istituto Statale d’Arte di Lecce e apre uno studio di scultura nel centro storico della sua città. Poi, nel 1990, si trasferisce a Milano, dove apre un proprio atelier. Dal 1995 partecipa a varie mostre e a simposi di scultura e nel 2001 è presente alla mostra internazionale “Il bestiario di Leonardo”. Nel 2003 viene invitata con una sua opera a far parte del Museo Internazionale della Donna, a Scontrone in Abruzzo. Tra il 2005 e il 2008 è ospite del festival internazionale di cinema Sguardi Altrove di Milano, durante il quale espone le proprie opere. Apprezzata da architetti e landscape, collabora per realizzazioni di opere che dialogano con il paesaggio e, attualmente, prosegue la sua ricerca presso il proprio atelier sul Naviglio Pavese, divenuto negli anni luogo di riferimento di iniziative culturali. Sue composizioni scultoree vengono pubblicate su cataloghi e riviste d’arte.

CHI E’ GIACOMO SPARASCI?
Nato a Lecce nel 1956, Giacomo Sparasci inizia a frequentare da giovanissimo le botteghe degli artisti della sua città, dove inizia così la sua formazione artistica. 
Nel 1978, terminati gli studi, si trasferisce a Milano, dove frequenta un corso di modellato presso l’Accademia di Brera, per poi concretizzare ed esprimere “il suo modo di essere” continuando la sua ricerca artistica individualmente. Tra il 1980 e il 1981 realizza l’illustrazione dell’opuscolo “I dieci diritti dell’handicappato” per la Regione Lombardia. Dal 1984 al 1988, trasferitosi a Carrara, frequenta il noto laboratorio di scultura Nicoli, dove ha l’opportunità di confrontarsi con artisti internazionali. Nel 1996, insieme con altri artisti, diviene promotore del progetto “Spazio Libertà” e nel 2001 collabora al progetto “Artismo” nel Museo Attivo Claudio Costa. Nel 2002 è invitato a far parte del progetto “Europe Art Languages”, progetto che lo mette a confronto con linguaggi ed artisti di varie città d’Europa. Nel 2004 è vincitore del concorso pubblico “Una scultura per la città di Rozzano”. E’ spesso invitato da associazioni culturali e musei internazionali per realizzare dei “work in progress” e diverse sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private, con pubblicazioni in vari cataloghi e riviste.

 

Condividi!